zanna di lupo

Commenti di zanna di lupo:

  • Inserito il 03-04-2017 per il libro Il piccolo regno – una storia d’estate

    Di solito scrivo il commento solo quando ho finito il libro. Questa mattina però la maestra ci ha detto che oggi era l'ultimo giorno per poterlo fare ma purtroppo non l'ho ancora finito!!! cavoli!!! Comunque fino ad adesso mi è piaciuto molto e non vedo l'ora di finirlo!

  • Inserito il 03-04-2017 per il libro Matilde di Canossa e la freccia avvelenata

    Non avrei mai creduto che una contessina come Matilde che aveva tutto, bellissimi vestiti,un enorme stanza e visite dai più potenti nobili, potesse scappare da tutto questo. Ma ho capito perché avere tutto il giorno quelle attenzioni può essere snervante,capisco che voglia un po' di libertà! Il libro è un po' triste quando Matilde perde il padre e i fratelli e perché deve continuare a cambiare casa. Comunque è molto bello, rispecchia vivamente lo spirito avventuriero dei bambini e il lato raffinato dei nobili. BRAVISSIMA!!!

  • Inserito il 03-04-2017 per il libro La storia di Marinella una bambina del Vajont

    (commento di voto) Ho scelto questo libro perché mi ha coinvolto molto poiché sapevo essere una storia vera...anche se sapevo già che non sarebbe finita bene!

  • Inserito il 15-02-2017 per il libro La luna è dei lupi

    Caro Giuseppe Festa, questo libro ho fatto molta fatica a leggerlo, dalla morte di Grigio e quella di Ambro perché cominciava a essere triste e non mi piaceva molto. Quando, però, sono arrivata a metà non smettevo mai di leggerlo perché stava diventando interessante. Mentre leggevo sono arrivata dove la compagna di Scuro viene investita da una macchina...e io pensavo che fosse Lama... Prima di leggere questo libro pensavo che i lupi fossero un pericolo e chi li incontrasse fosse spacciato, che fossero degli animali che uccidono senza pensare prima a cosa stanno facendo. Ora invece so che sono degli animali molto intelligenti, che hanno delle tattiche di caccia formidabili , e che pensano anche loro che l'unione fa la forza. Il libro , anche se è un po triste è bellissimo,è molto emozionante e in certi punti rimanevo col fiato sospeso e dovevo andare avanti per sapere cosa succedeva. COMPLIMENTI SEI STATO BRAVISSIMO.

  • Inserito il 03-01-2017 per il libro Storia di una volpe

    All'inizio non mi convinceva molto il libro , ma verso il terzo movimento mi ha coinvolto di più. Questo libro ci fa capire la crudeltà del mondo: gli uomini , come il conte , farebbero qualsiasi cosa per diventare ricchi; anche portare dei bambini in una fessura di una montagna tetra per poi metterli ai lavori forzati. Ci dice anche che l'amicizia vale più di qualsiasi altra cosa , che è più preziosa dell'oro e di non lasciarla scappare via così facilmente. Comunque è BELLISSIMO! Complimenti Fabrizio, e fai i complimenti pure a Giovanni se lo incontri.;)

  • Inserito il 08-12-2016 per il libro La storia di Marinella una bambina del Vajont

    Cara Emanuela da Ros il tuo libro è così bello che non smettevo mai di leggerlo perché ero sempre curiosa di sapere come andava avanti. L'ho scelto per primo perché la mamma mi aveva già parlato della Sade , della diga del Vajont e di Longarone. Il libro racconta il giorno 9 ottobre 1963 e dice che la bambina ha 10 anni quindi la frase "... una decina di anni prima della nascita di Marinella , nel 1951 , ..."a pagina 42 forse è sbagliata .Ma magari mi sbaglio , me lo spieghi? Perché allora non ho capito...! Questo libro l'ho trovato divertente quando Marinella parla della "santola" nel tema a scuola e quando rompe la collana di perle di sua mamma. Alla fine logicamente diventa molto triste e fa riflettere su tante cose. Mi è piaciuto davvero molto e quando sarà primavera la sua mamma mi porterà a Longarone e vorrei andare al cimitero di Fortogna per portare un fiore a Marinella.